Perché i gatti graffiano ovunque?

Graffiare alberi e mobili è più che semplice “cura” delle unghie. I graffi servono per contrassegnare il territorio e sono circondati da odori rilasciati dai gommini del gatto mandando agli altri quattro zampe il messaggio: “Tutto questo è mio!”, ecco perché il tiragraffi è utile non solo per i tigrotti di casa, ma anche per quelli che vivono all’aperto. Se non ne trovano uno idoneo, indirizzeranno il loro istinto di graffiare e contrassegnare altrove, per esempio sul divano, su un armadio o addirittura sulle porte.

Affilare le unghie ne rinforza la struttura e serve al gatto ad ottenere quindi una migliore condizione fisica. Inoltre, l’affilatura serve per una “normalità psicologica” dell’animale: il rituale riduce il loro stress.

Se il gatto non accetta il tiragraffi

A volte i gatti rifiutano di utilizzare il tipo di tiragraffi acquistato. Ciò potrebbe dipendere da vari fattori.

Il tiragraffi è troppo piccolo

Il tiragraffi è anche la torre di guardia di un gatto e viene scalata per poter osservare il proprio territorio. Se il tiragraffi non offre questa possibilità, il gatto potrebbe non esserne interessato.

La superficie da graffiare è troppo piccola

I gatti vogliono affilare le unghie ad una determinata altezza per poter contrassegnare anche in alto il loro territorio. Se la superficie da graffiare è troppo piccola o collocata in basso, il gatto non ne sarà interessato. Anche le superfici da graffiare logorate possono avere questo effetto.

Errata collocazione

Come già detto, il tiragraffi serve anche come punto di osservazione per cui dovrebbe essere collocato in una posizione strategica. Di norma, va collocato al centro di una stanza e, se lo si colloca in una stanzetta secondaria o in un corridoio non al centro dell’azione, risulterà poco interessante per il nostro amico.

Troppi gatti, pochi tiragraffi

L’azione del graffiare serve per marcare il territorio. Se un gatto ha “fatto suo” un tiragraffi, probabilmente non tollererà che venga utilizzato da altri animali. Per cui, se si hanno diversi gatti in casa, va ottemperata la regola: un tiragraffi per ognuno.

E che ci faccio con questo?

A volte capita che il gatto non capisca il senso del tiragraffi, soprattutto quando l’appartamento è arredato in modo tale da offrire molte piacevoli attrattive dal punto di vista del gatto. Per concludere, il gatto non capisce perché non amiamo particolarmente che vada a “marcare” l’armadio. Tuttavia, è possibile educare il gatto ad utilizzare il tiragraffi: quando vediamo che si sta facendo le unghie su un mobile, lo solleviamo e lo portiamo al tiragraffi. Se questa tattica non lo convince, di solito è sufficiente strofinare il tiragraffi con un po’ di erba gatta. Il profumo che emana per i gatti è solitamente una tentazione irresistibile.

La cosa perfetta per i gatti da appartamento e per quelli più avventurosi: una passerella con vista sull’intero appartamento, composta da piccole mensole avvitate al muro. Qui possiamo sbizzarrire la nostra fantasia e creare la passerella in base ai requisiti e alla mobilità individuale dell’amico a quattro zampe.

Alcune idee e indicazioni per la realizzazione

  • Fondamentalmente servono delle mensole strette da fissare al muro. È comunque possibile utilizzare scaffali o simili.
  • La passerella può passare anche sopra le porte, poi sopra un armadio o una credenza, da lì fino al sofà o al tiragraffi, ecc. costituendo quindi un intero percorso.
  • Un’altra gioia per i nostri amici è rappresentata da tavolette da graffiare fissate alle pareti o dei pezzi di sisal.
  • Coperte e cuscini lasciati qua e là invitano a intrattenersi piacevolmente. Le piccole nicchie sono punti di osservazione ideali.
  • I punti d’accesso possono essere scale a pioli, colonne in sisal oppure alcuni elementi dei mobili (i cassettoni per es.).
  • Montare tutto solidamente, che sia a facilmente raggiungibile e in materiale antiscivolo, per non far cadere il gatto.

La prossima volta che uscite a fare una passeggiata, pensate al vostro amico a quattro zampe e portategli un regalino. Il vostro micio amerà sicuramente le piume, le pigne, le castagne, le spighe, un bouquet fresco di piante aromatiche, un ciocco di legno oppure un pezzo di corteccia d’albero ed altri oggetti profumati provenienti dalla natura.

Ricerca